.....the ordinary life is pretty complicated stuff.....

10 febbraio 2010

Sulla infinita bontà del modo di produzione capitalistico.


Incredibile. Ma vero.
Guardavo una replica di "Parla con me" (lo short talk-show della Dandini) in cui era ospite Carlin Petrini (fondatore di Slow Food).
E' sempre interessante ascoltare quel modo di proporre la risoluzione dei problemi del mondo che, i Sinistri piccolo-borghesi a coniatura socialdemocratica, hanno.
Naturalmente, mi fa incazzare come una bestia.
Ma noto, con interesse scientifico (perchè li guardo con gli stessi occhi con cui un entomologo guarda un afide), di come siano convinti delle fesserie che vanno blaterando.
Questi personaggi, e ovviamente anche tutto il loro codazzo di Homo sapiens sapiens, sono bravissimi a tirare fuori dal loro fustino di lavacoscienza supersbiancante le contraddizioni capitalistiche che "affliggono" l'umanità. Ma, purtroppo (immaginiamoli con le braccia allargate), si rivelano per ciò che sono in realtà: bottegai.
Si mettono in vetrina coi loro libri o con le loro crociate radiotelevisive e dicono al mondo: "Guardate quei poveri esseri umani che muoiono di fame", "Bisogna fare qualcosa, bisogna salvarli. Devi salvarli! Tu!".
Questi signori sono i moderni Vassalli. Essi vivono nel loro finto mondo, inchiodati all'anno 1300. E, ovviamente, ignorano tutto quel che è avvenuto dopo. Per loro tutto discende da Dio come l'Imperatore loro padrone e perciò se il capitalismo esiste, non può che essere una volontà divina eterna e imperitura.
Non c'è colpa e non può esserci soluzione, è l'Ente soprannaturale che decide.
E, del resto, non potrebbe essere altrimenti.
Sennò come vivrebbero loro, come potrebbero arricchirsi e poi pentirsene?
Nel particolare, il signor Petrini afferma che servirebbero quarantaquattro (44) miliardi di dollari per sfamare gli affamati ma a nessuno interessa però appena si è parlato di crisi i governi del mondo hanno tirato fuori cento (100) miliardi di dollari per le banche e per uscire dalla crisi appunto.
Giustissimo! Bravo Petrini! Ma di dire che questo cancro è causato dal capitalismo se ne guarda bene. Meglio sfruculiare le coscienze parlando degli sprechi.
Anche perchè se così non facesse come verrebbe accolto nei salottini vips dove va a chiedere elemosina e solidarietà?
Io, che sono politically incorrect, invece preferisco dire: "Fanculo alla beneficienza! Morte al capitalismo!".

Nessun commento: