.....the ordinary life is pretty complicated stuff.....

30 novembre 2008

NIENTE ACCUSA, NIENTE COLPA!

26 Novembre 2008
Molte volte faccio finta di niente ma noto (con amarezza!), che quando si parla di postmodernismo non riferendosi esclusivamente all'arte la reazione che si crea è di scetticismo.
Questo modo di tradurre la realtà è invece esistente nella totalità degli ambiti.
Che lo si voglia o meno accettare, esso è una sovrastruttura culturale del modo di produzione capitalistico.
Oggi lo cito per sottolineare, ancora una volta, le disfunzioni di carattere ontologico che crea nel linguaggio, ribaltando e misconoscendo il vero significato delle parole.
Esso permette di affermare tutto e il contrario di tutto, e l'attualità ce lo conferma. Infatti, mentre il Premier dichiara che quella successa a Rivoli è stata una “tragica fatalità”, il Sottosegretario alla Protezione Civile lo smentisce dichiarando l'esatto contrario.
E la verità qual è?
La verità stà, quasi, nel mezzo.
La verità stà nelle dichiarazioni di Giorgio Rembado, presidente dell'Associazione Nazionale Presidi, : «La situazione è nota e purtroppo ci conviviamo da troppo tempo.
La legge che imponeva di mettere le scuole in sicurezza è del 1991, ma da allora si vive in un regime di “proroga”, che vuol dire: le cose si faranno ma quando si potrà per intanto si tira avanti.
Noi presidi siamo tenuti ogni anno a presentare la mappa dei rischi di tutte le scuole, aggravato di volta in volta da esigenze di manutenzione ordinaria e straordinaria che non vengono eseguite. Purtroppo, però, abbiamo anche imparato a convivere con queste situazioni di rischio relativo, in quanto una rigidità nell'applicazione delle norme della 626 comporterebbe la chiusura immediata di gran parte delle scuole italiane.
(...)
Ora piangiamo il caso di Rivoli, ma non ci ricordiamo di San Giuliano di Puglia e dei suoi bambini?
L'episodio tragico di cronaca tiene sveglia l'attenzione su questa emergenza per un certo lasso di tempo».
Ieri sera, al telegiornale regionale del Piemonte, qualcuno (di cui non ricordo il nome e me ne scuso) ha fatto “appello al mondo politico affinchè non si strumentalizzi la vicenda”.
Ah però, ma bravo!
Eh si...continuiamo a deresponsabilizzare, così chi deve pagare la passerà sempre liscia!

Nessun commento: